logo
Future Service è il nuovo Centro Assistenza autorizzato Immergas a Firenze che si distingue ogni giorno per affidabilità, professionalità, cortesia e celerità.

ORARI

Lun-ven 8:30-12:30/13:30-17:30

CHIAMACI

055 688322

ORARI

Lun-ven 8:30-12:30/13:30-17:30

CHIAMACI

055 688322

E-MAIL

info@futureservicesnc.it

Top

Competenza, tempestività, cortesia

Future Service è il nuovo Centro assistenza autorizzato Immergas a Firenze che si distingue ogni giorno per affidabilità, professionalità, cortesia e celerità.

ASSISTENZA CALDAIE

  • COLLAUDO INIZIALE
  • MANUTENZIONE ANNUALE
  • RIPARAZIONI STRAORDINARIE

OPERAZIONE 7 SU 7

Garantiamo in inverno un servizio di assistenza in reperibilità per le urgenze il sabato (8:30 – 12:30 / 14:00 – 17:00) e la domenica (9:00-12:00).

COMUNI DI COMPETENZA

  • Firenze
  • Bagno a Ripoli
  • Campi Bisenzio
  • Calenzano
  • Fiesole
  • Impruneta
  • Lastra a Signa
  • San Casciano Val di Pesa
  • Scandicci
  • Sesto Fiorentino
  • Signa

Servizi

Assistenza caldaie Immergas

Eseguiamo la messa in funzione e la manutenzione annuale del vostro prodotto Immergas.

Assistenza pannelli solari

Eseguiamo il collaudo e se necessario il riempimento dei sistemi solari Immergas.

Consulenza tecnica

Effettuiamo una prima consulenza per individuare insieme il prodotto o i prodotti più idonei alle tue esigenze.

Assistenza centrali termiche

Effettuiamo manutenzioni a Centrali Termiche di qualsiasi potenza (sopra i 35 KW), come condomini, palestre, ecc.

Servizio 7 su 7

Garantiamo in inverno un servizio di assistenza in reperibilità per le urgenze il sabato e la domenica.

Assistenza sistemi ibridi

Gestione completa dei sistemi ibridi Immergas, configurazione personalizzata iniziale, collaudo e manutenzione totale del sistema.

CHIAMACI 055 688322

Prenota subito la manutenzione della tua caldaia IMMERGAS

Cosa dicono i nostri clienti

Future Service svolge ogni intervento prestando la massima cura e attenzione e con un risultato eccellente.

q

Puntuali, veloci ed efficienti. Disponibili e gentili. Un'ottima scelta direi!!!!

- Valentina Roselli
q

Professionali e competenti, hanno sempre la migliore soluzione ad ogni problema, cosa volere di più??

- Mirco Rossi
q

Consigliatissimo!!! Bravi, seri, puntuali e soprattutto sempre disponibili. Una garanzia.

- Monica Maudente
q

Andrea lo conosco da molti anni! Disponibile sempre, una garanzia.

- Fulvio Conti
q

Sono 2 bravissimi tecnici.

- Francesco Tirone
q

Grande Andrea...

- Gianni Francini
q

Nicolò, un nome una garanzia.

- Giovanni Rinaldi
q

Bravissimi

- Mario Bianchi

Centro assistenza autorizzato   

Faq

Le tue domande, le nostre risposte

Ogni quanto tempo, secondo la normativa, devo far eseguire la manutenzione della caldaia?

Ai sensi dell’art. 7 del d.lgs. 192/05 il responsabile dell’impianto termico (o per esso il “terzo responsabile” laddove esistente) provvede affinché siano eseguite le operazioni di controllo e di manutenzione secondo le prescrizioni della normativa vigente.

La manutenzione ordinaria della caldaia, secondo quanto prescritto dal più recente D.P.R. 74/2013, deve venir effettuata secondo le indicazioni rilasciate dall’installatore nelle “istruzioni tecniche per l’uso e la manutenzione dell’impianto” o, in mancanza di queste, secondo le istruzioni di uso e manutenzione redatte dalla casa costruttrice della caldaia stessa (libretto di istruzioni all’uso e alla manutenzione).

Normalmente tutti i costruttori di caldaie e scaldabagni indicano che per mantenere un apparecchio a gas sicuro ed efficiente deve venir eseguita la manutenzione con cadenza annuale.

L’operatore incaricato del controllo e della manutenzione della caldaia esegue l’operazione  a regola d’arte e al termine, redige e sottoscrive un rapporto di controllo tecnico (RCEE)

Ogni quanto tempo devo pagare il bollino per l’autocertificazione?

Pagano il bollino e vanno certificati tutti gli impianti di climatizzazione invernale di potenza non minore di 10 kW e quelli di climatizzazione estiva di potenza non minore di 12 kW, vale a dire gli stessi impianti termici per i quali è previsto dalla normativa nazionale e regionale il controllo di efficienza energetica.

Per una nuova installazione,il bollino viene pagato:

  • al collaudo iniziale dell’apparecchio
  • dopo 4 anni
  • poi con cadenza biennale

Per una caldaia esistente il bollino viene pagato ogni 2 anni.

Qual è la pressione corretta di funzionamento di un impianto di riscaldamento?

È importante, ad impianto freddo, controllare periodicamente e la pressione segnata sul manometro della caldaia che deve sempre misurare 1,0 – 1,2 bar. Nel caso in cui la pressione fosse troppo bassa sarà necessario caricare acqua attraverso il rubinetto di carico (vedi Libretto istruzioni), normalmente posto nella parte inferiore della caldaia.

Se la pressione dovesse superare i 2,5 bar bisognerà togliere dell’acqua, ad esempio dalla valvola di sfiato di un termosifone, in modo da riportare il livello alla posizione sopra consigliata. È assolutamente normale che durante il funzionamento in servizio di riscaldamento la pressione oscilli tra 1,0 – 1,2 bar ad impianto freddo, fino a 1,8 – 2,0 bar con impianto caldo.

A quale temperatura, in inverno, è consigliabile tenere il termostato ambiente per poter ridurre i consumi ?

Indicativamente è consigliabile impostare il termostato ambiente a 20 °C e non oltre. Con caldaie a condensazione è inoltre consigliabile mantenere la temperatura di  mandata sull’impianto non oltre i 60 °.

Ogni grado di temperatura in meno sul termostato consente di abbattere i consumi di circa il 5%.

Iscriviti alla nostra newsletter

Facebook

Instagram